sabato 1 dicembre 2012

Sua Maestà Maratona...

Posto questo veloce scambio di mail tra me e un collega, uno sportivo come me, uno che ha voluto sfidare quella che lui chiama giustamente SUA MAESTA' MARATONA.
Ha provato a combattere in quel di Firenze, i soliti difficilissimi 42km, il suo esordio, ore e ore di allenamento, la maledetta crisi dopo 30km, ha stretto i denti, ha faticato tantissimo per venirne fuori, e poi ce l'ha fatta.


Ecco cosa mi ha scritto:
Ciao Diego, ti giro di seguito il report fatto al mio Capo domenica sera dopo la 42 Km... Ciao!
"Oggi ho fatto il mio primo pellegrinaggio a Sua Maestà, LA MARATONA. Come tutte le “prime volte” è stata dolce, piacevole e dolorosa allo stesso tempo. Forte dei recenti progressi mi sono presentato con la tipica arroganza del principiante, e Sua Maestà mi ha chiarito subito le idee. Mi ha costretto a fare un bel bagnetto d’umiltà. La lezione è stata dura, semplice ed inequivocabile. Ho chiuso in 4h40’… 40 minuti in più di quanto pensavo ingenuamente di poter fare all’esordio. Messa in saccoccia la sberla non mi resta che farne tesoro. E ripresentarmi l’anno prossimo."

Ed ecco la mia risposta:
Bellissima e verissima!!! Sua Maestà è il più severo dei giudici... o sì o no, non ammette mezze misure! Credo però che il bello di queste "sconfitte" sia proprio quello che ti lasciano dentro, quella voglia di combattere ancora di più, di allenarti ancora di più, di sopportare la sofferenza ancora di più, con l'obiettivo della finish line e le tre piccole caselline... quella delle ore, quella dei minuti e quella dei secondi! Il mio mentore che mi ha insegnato a correre, mi disse: "Solo la sofferenza porta alla gioa podistica!!!"... VERISSIMO!
Ciaooooooooo Diego

Fate sempre attenzione a SUA MAESTA', per lei sì, la legge è uguale per tutti!

6 commenti:

  1. Eh, si proprio vero! Stavo proprio analizzando i dati della mara di Firenze per capire come mai ho 'cannato' proprio gli ultimi 2 km.! Alla prossima e complimenti a voi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo siano i grandi "misteri" del nostro sport, dove tutto dovrebbe essere più o meno calcolato... ma che in realtà è ogni volta un grande salto nel vuoto!!!

      Elimina
  2. Risposte
    1. tanto bastarda quanto fantascica!!!

      Elimina
  3. mi hai "fregato" il titolo del post!!!
    http://semper-adamas.blogspot.it/2011/07/sua-maesta-la-maratona.html

    vabbè, dopo più di un anno, te lo concedo, magnanimamente :DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON ci creeeedooooo!!!
      Manco farlo apposta.. ah ah non lo sapevo davvero!!!

      Elimina